miércoles, 11 de mayo de 2016



PREPARAZIONE PER UNA PROVA ORALE:
 RILASSAMENTO ED ESERCITAZIONI

Per preparare una prova orale bisogna creare l’atmosfera adatta per sentirci tranquilli, sicuri e attenti per poter ricordare meglio quello che abbiamo già imparato e memorizzare anche nuovi contenuti.
È importante trovare il luogo e il momento giusti e sederci in una posizione eretta e rilassata. 
 
Dopo aver fatto una lista degli argomenti che vogliamo sviluppare, iniziamo dal nostro preferito e mettiamo una musica rilassante.  Mentre ascoltiamo la musica scriviamo tutte le parole specifiche che ricordiamo sull’argomento scelto e facciamo anche uno schema con le diverse parti della nostra esposizione orale: introduzione, sviluppo e conclusione.


Quando avrà finito il brano musicale, prenderemo il nostro schema e registreremo l’esposizione sull’argomento.
Poi ascolteremo la nostra riproduzione orale e prenderemo appunti sugli aspetti che non ci piacciono: errori, lessico e strutture povere, pronuncia e intonazione, frasi o contenuto poco chiaro.
Soprattutto ci chiederemo se quello che abbiamo esposto si capisce ed è chiaramente spiegato.

A questo punto cercheremo del lessico e delle strutture adatte e ripeteremo l’esposizione orale registrandola nuovamente e tenendo conto degli aspetti che vogliamo migliorare.
Riascolteremo la seconda registrazione e sono sicura che questa volta saremo molto più contenti del risultato. 

Com'è andato? 

Lasciate i vostri commenti... 

miércoles, 27 de abril de 2016




TECNICHE DI RILASSAMENTO PRIMA DI UN ESAME

Quando stiamo per fare un esame e stiamo aspettando fuori dall’aula dove si svolgerà, è utile praticare qualche tecnica di rilassamento per sentirci meglio.

Possiamo iniziare con un esercizio per sciogliere tutte le tensioni accumulate. Ci sediamo su una sedia con la gambe separate, chiudiamo i pugni e contraiamo tutti i muscoli del corpo mentre inspiriamo profondamente, poi espiriamo lasciando uscire l’aria dalla bocca mentre rilassiamo tutto il corpo. Lo ripetiamo tre volte.

Poi chiudiamo gli occhi e immaginiamo che ci troviamo in un bel posto in mezzo alla natura: vicino al mare, in montagna o altro. Mettiamo le mani sul petto e inspiriamo mentre immaginiamo che odoriamo un fiore o il profumo del mare, poi espiriamo con un sospiro. Lo ripetiamo tre volte.

Facciamo adesso dei movimenti sottili:

1. Muoviamo gli occhi in alto e in basso diverse volte e poi a destra e a sinistra.

2. Muoviamo con energia tutti i muscoli e parti della faccia.

3. Passiamo la lingua tra le labbra e i denti per salivare.

4. Mettiamo la dita ai lati delle orecchie e sentiamo l’articolazione della mascella. Lasciamo cadere la mascella e la muoviamo a destra e sinistra.

5. Muoviamo la testa liberamente per sentire come si attivano e rilassano i muscoli del collo.

6. Ci massaggiamo il collo.

7. Inspiriamo e alziamo le spalle, espiriamo lasciando uscire l’aria dalla bocca mentre lasciamo cadere le spalle e poi diciamo ad alta voce: Non fa niente”.

8. Iniziamo a muovere il corpo circolarmente passando sopra la gamba destra e sinistra e poi facciamo lo stesso ma al contrario.

9. Ruotiamo le mani in un senso diverse volte per poi scambiarlo con quello contrario.

10. Reggiamo la gamba piegata con le mani incrociate e ruotiamo il piede diverse volte e poi in senso contrario.

Poi facciamo un esercizio di concentrazione: con gli occhi chiusi e le mani appoggiate sulle gambe, contiamo fino a 10 con la mano destra e poi con la mano sinistra. Inspiriamo con il palmo verso l’alto ed espiriamo con il palmo verso la gamba e contiamo 1, e così successivamente. La mano accompagna il nostro respiro naturale.

Ripetiamo 3 volte un’affermazione positiva con gli occhi chiusi e le mani sul petto, per esempio:

-“Sono tranquillo”

-“Sono calmo”

-“Posso farlo benissimo”

-“Farò il mio meglio”

Ricordiamo la nostra visualizzazione positiva: immaginiamo noi stessi durante la prova: siamo tranquilli, felici e rilassati. L’atmosfera è gradevole, ci sentiamo a nostro agio, sorridiamo e parliamo con scioltezza e calma.

Sono chiari gli esercizi? Ci avete già provato?

Lasciate i vostri commenti...
 


lunes, 4 de abril de 2016



L’IMPORTANZA DEL LINGUAGGIO POSITIVO

Quando dobbiamo studiare a lungo per preparare un esame o un concorso, spesso ci blocchiamo e  ci scoraggiamo perché non siamo consapevoli dei nostri processi d’apprendimento e perdiamo la fiducia nelle nostre capacità per imparare.
Senza accorgerci, siamo invasi da pensieri negativi del tipo: “non riesco a memorizzare né a ricordare niente!”, “sto perdendo del tempo!”, “non avrò abbastanza tempo per studiare!”, “ e se studio e poi non serve a niente?”…  

È persino difficile riconoscere questi pensieri che si ripetono a volte in modo velocissimo e automatico, la mente si stressa e sembra veramente che i nostri sforzi siano inutili e confermino la nostra teoria negativa iniziale.

Arrivati a questo punto, cosa possiamo fare?

Durante lo studio è tanto importante realizzare pause per riposare e svolgere attività piacevoli quanto prottegerci dalla negatività che ci toglie le energie e dannegia mente e corpo. 
Visto che la nostra salute e felicità sono più importanti di qualsiasi esame, conviene iniziare a cambiare il nostro atteggiamento e lo possiamo fare in modo efficace attraverso il nostro linguaggio.

Creare affermazioni positive e ripeterle ogni tanto mentalmente rafforzerà la fiducia in noi stessi, le nostre capacità e le conoscenze acquisite. Per esempio frasi del tipo: “sto imparando tantissimo”, “posso farlo benissimo”, “sono tranquillo e contento”…ci serviranno a sentirci pian piano come diciamo, poiché se siamo convinti, il cervello trasmette veramente quello in cui crediamo e possiamo sviluppare così le nostre potenzialità.

Possiamo ripetere l’affermazione che abbiamo scelto e che ci tocca internamente tre volte con le mani sul petto respirando profondamente. Così potremo sentire le nostre parole in tutto il corpo. 
Si può fare di mattina appena alzati, la sera prima di andare a letto e soprattutto prima di studiare, realizzare qualsiasi esame e nei momenti difficili della nostra vita. In realtà, dovremmo farlo ogni giorno con la frase giusta per compensare la negatività continua e assurda che genera spesso il nostro cervello e specialmente perché essere positivi è più logico, più utile, più bello e più sano.    



Avete già pensato alla vostra affermazione positiva? Ci avete mai provato?

Lasciate i vostri commenti...

lunes, 22 de febrero de 2016





LIBERTÀ INTERIORE

A volte pensiamo che possiamo risolvere tutto da fuori, dalla superficie, dalle apparenze. Ma non possiamo ingannarci perché avremo bisogno di un viaggio più lento e profondo per liberarci da tutte le tensioni mentali ed emotive che abbiamo accumulato nel corpo per tanti anni.

Tutto viene da dentro e per sciogliere queste tensioni interiori sarà importante fare attenzione ed essere consapevoli di ogni dettaglio e soprattutto accettare quello che possa succedere con tranquillità.
Saranno utili a questo proposito gli esercizi con la voce e il respiro, le visualizzazioni corporali e i movimenti articolari sottili. 
 
Avremo fiducia nel processo per poter creare spazi e lasciar che tutto fluisca e funzioni in modo naturale.


Credete che sia importante sentirsi liberi e leggeri?

Lasciate i vostri commenti…

sábado, 13 de febrero de 2016




VISUALIZZAZIONI POSITIVE

Si usano molto nello sport per immaginare quello che si farà durante una partita, una gara o una competizione.
Il cervello percepisce quello che immaginiamo come se fosse vero e reagisce allo stesso modo rilasciando sostanze chimiche che producono sensazioni positive.
Quando arriverà il giorno della prova, se abbiamo praticato le nostre visualizzazioni positive, ci sentiremo meglio e sembrerà tutto più facile.

Possiamo iniziare proprio adesso:  

“Chiudiamo gli occhi, lasciamo fuori da questa stanza tutto quello che abbiamo fatto prima e quello che faremo dopo e ci concentriamo sul momento presente e sul luogo in cui ci troviamo”.

“Respiriamo profondamente: inspiriamo come se odorassimo il profumo di un fiore ed espiriamo come se stessimo guardando un paesaggio incredibilmente bello”.

“Immaginiamo noi stessi il giorno della prova: siamo tranquilli, felici e rilassati. L’atmosfera è gradevole, ci sentiamo a nostro agio, sorridiamo e parliamo con calma e sicurezza". 

"Posssiamo anche approfondire e sentire ogni dettaglio: i suoni, le voci, i colori, i profumi…” 


Come avete vissuto la vostra visualizzazione?

Lasciate i vostri commenti…



miércoles, 27 de enero de 2016



PRENDERSI DEL TEMPO PER PARLARE

Avere scioltezza in una lingua straniera non significa parlare velocemente e senza riflettere. Infatti, ci serve del tempo per cercare le parole e le espressioni giuste e adatte a quello che vogliamo dire. 
Siccome non posssiamo fare tutti questi processi mentali in fretta e non vogliamo neanche restare zitti, ecco alcuni consigli che possono essere utili per organizzare tranquillamente le nostre idee prima e mentre parliamo:    

- Fare delle pause per respirare e pensare a quello che vogliamo dire. Usare espressioni del tipo: “allora, quindi, dunque, insomma…”

- Evitare le frasi complicate e tentare di usare le espressioni e il lessico che conosciamo.

- Non lasciare le frasi a metà, né tradurre espressioni direttamente da altre lingue.

- Riformulare le frasi lunghe che non sono chiare e correggere gli errori se ce ne accorgiamo.

- Nei dialoghi lasciar parlare i nostri compagni e dargli una mano se si bloccano facendongli delle domande.

- Avete provato a respirare profondamente prima di parlare?

 Lasciate i vostri commenti…

lunes, 11 de enero de 2016




SORRIDERE: IL METODO DI RILASSAMENTO PIÙ VELOCE.

Quando sorridiamo rilassiamo i muscoli del volto, rilasciamo tutte le tensioni ed emozioni e trasmettiamo al cervello la sensazione di benessere attraverso questo gesto così semplice.
Inoltre, aumenta la calma e diminuisce lo stress perché il cervello libera endorfine che sono gli ormoni che ci fanno sentire tranquilli e felici. Contemporaneamente si riduce la produzione di cortisolo che è l’ormone dello stress.
Possiamo anche sentirci più sicuri  e contagiare il nostro sorriso ed emozioni positive agli altri. Si crea così un’atmosfera gradevole e tutte le condizioni adatte per parlare e poter esprimere con calma tutto quello che vogliamo senza fretta e con scioltezza.

Quante volte avete sorriso oggi?

Lasciate i vostri commenti…